I Divani Chester Berto Salotti in un Video

Berto Salotti è un impegno imprenditoriale all’insegna della qualità dal 1974.

I metodi di produzione del divano Chester da parte di Berto Salotti sono le stesse che caratterizzano questo straordinario oggetto dai primi anni del diciassettesimo secolo. Berto Salotti rispetta e valorizza le tecniche ed i metodi originali in tutti i suoi divani in capitonné, ed è forse per questo che qualcuno ha definitio questi pezzi artiginali “manufatti d’arte”.

Capacità tecnica e competenza artigianale: senza questi fattori, il rispetto delle peculiarità produttive tipiche della tradizione non può essere raggiunto. Proprio per questo, il talento delle persone che lavorano in Berto Salotti è il patrimonio aziendale più prezioso, professionisti cresciuti alla scuola dei Fratelli Carlo e Fioravante Berto, artigiani unici e di riconosciuto valore nella creazione di questi divani.

La qualità nasce dalla scelta del pellame, di origine naturale ed unica, non a caso caratterizzato da segni distintivi, garanzia di autenticità. Ogni manto infatti reca le proprie particolarità, inconfondibili ed esclusive. A questo si aggiunge l’incredibile comfort e la totale, gradevolissima adattabilità alla temperatura del corpo umano.

Tutti i sofà in Capitonné, in tutte le loro parti, dalle più visibili alle più nascoste, vengono creati con enorme cura del particolare. Non si può infatti parlare di qualità generale se si prescinde dalla totale, assoluta precisione in ogni passaggio lavorativo, in ogni dettaglio costruttivo.

Ad esempio, la struttura in legno massello prende corpo grazie a un fitto intreccio di corde e molle biconiche in acciaio, particolari fondamentali che conferiscono al divano una robustezza e tenuta nel tempo… leggendari.

Le tele di juta vengono poi fissate, ed inizia così la prima costruzione di quella che sarà la struttura portante del divano. In un secondo momento sarà il turno delle imbottiture, autentici capolavori di funzionalità, con il loro ineguagliabile punto di equilibrio tra comodità e robustezza.

La struttura del divano in legno massello  è completamente imbottita: è ora di rivestirla.

Occhio attento e mani sapienti: la forma  del divano prende vita così, all’incrocio tra una spasmodica attenzione al particolare (visione stretta sul bottone che viene fissato) e una sapiente gestione delle forme d’insieme (riprese larga d'insieme).

La lavorazione del manto nel tradizionale e sempre nuovo capitonnè a bottoni avviene grazie a quegli strumenti tipici e insostituibili che sono gli aghi curvi e a due punte.

Strumenti, tecnica, sapienza tramandata dai maestri artigiani: il nostro fiore all’occhiello, il Chesterfield, nasce così.

Torna alle news

  • SHARE THIS
24/05/2011