Berto lancia il divano classico Callas

Berto lancia la nuova collezione Divani 2014 presentando il divano classico Callas: sofisticato, contemporaneo e accogliente.

L'obiettivo è stato quello di  superare i cliché e progettare un modello classico del tutto innovativo, che esprimesse la contemporaneità, lavorando su forme tradizionali. 

Callas è stato realizzato per soddisfare le richieste estetiche e di comfort più sofisticate, per ambienti classici ed eleganti oppure per i più moderni. 

Il risultato è un divano di grande personalità, attuale e inedito, che rispecchia la tradizione e i canoni estetici classici grazie al particolare che più lo connota, il bracciolo arrotondato, una costante del salotto imbottito inglese ottocentesco. 

Proporzioni ampie e volumi armoniosi si integrano con il design contemporaneo e i particolari più sofisticati, come la cuscinatura dello schienale che lascia intravedere dettagli, dimensioni e profondità, contribuendo a rendere Callas un vero divano “classico-contemporaneo”.

Callas ha un’imbottitura realizzata con nuove e sofisticate tecnologie, per garantire un alto comfort e durata nel tempo: poliuretano espanso a quote differenziate e piuma d’oca per i cuscini, mentre lo schienale è 100% piuma d’oca, con inserto in poliuretano espanso. La struttura è in legno massello (con garanzia ventennale) e legno di faggio per i piedini. E’ dotato inoltre di cinghie elastiche verticali e orizzontali per il molleggio.

Callas è stato proposto nella versione in lino 100% stone washed bianco completamente sfoderabile.

E' personalizzabile e realizzabile su misura,  oltre che nelle dimensioni e nei dettagli, anche nei rivestimenti, selezionabili dalla collezione Berto che comprende oltre 3500 tra tessuti e pellami esclusivi.

Per scoprire il divano classico Callas contatta i nostri consulenti d’arredo Arianna, Maurizio, Carlo, Fabio e richiedi un preventivo personalizzato.

Scrivi a servizio.clienti@bertosalotti.it o chiama lo 0362-1851425 oppure visita gli showroom Berto  di Meda e Roma.

Torna alle news

  • SHARE THIS
29/05/2014